“ITINERARIO PRODUTTIVO CINEMATOGRAFICO E TELEVISIVO”: A MAR DEL PLATA IL SEMINARIO DELLO SCENEGGIATORE ROCCO OPPEDISANO

Potenziare le capacità di tutti quei giovani e meno giovani che a Mar del Plata operano nel settore audiovisivo e cinematografico: questo l’obiettivo del seminario "Itinerario Produttivo Cinematografico e Televisivo" che l’esperto italo-argentino Rocco Oppedisano ha tenuto nella città balneare argentina lo scorso finesettimana. Organizzata dall’Associazione di Realizzatori Audiovisi di Mar del Plata e presieduta da Ricardo Aiello nello studio principale dell’Istituto Bristol, l’iniziativa sarà presentata dal Natali Di Lucente nel corso di un servizio televisivo che andrà in onda venerdì prossimo su "Spazio Giovane Tv" (www.canal2mdp.com.ar).Il seminario – spiegano in anteprima da Spazio Giovane Tv - è stato dichiarato di interesse dal Consolato d’Italia e dal Comites locale, ed ha contato sull’auspicio della Federazione delle Società Italiane di Mar del Plata. L’esperto che ha curato il corso, Rocco Oppedisano, è produttore, sceneggiatore, regista e professore di cinema con una importante e lunga esperienza nella Rai italiana; ha lavorato anche negli Stati Uniti, a Porto Rico e continua a produrre in Argentina.
Attualmente Oppedisano, di origini calabresi, è alla guida del corso di Cinema e Mezzi Audiovisivi all’Università Nazionale del Sud e dell’Università del Sudest di Bahia Blanca. Oppedisano insegna anche all’Università di Belgrano di Buenos Aires ed è presidente del Signis Argentina, filiale locale dell’Associazione Cattolica Mondiale per la Comunicazione.Nella seconda giornata di seminario è stato anche proiettato il lungometraggio "Complices del Silencio" prodotto e sceneggiato dallo stesso Oppedisano per la regia di Stefano Incerti. Il film racconta una storia ambientata durante il Mondiale di Calcio del 1978, due anni dopo il golpe militare argentino del ’76. Un giornalista italiano arriva in Argentina per seguire l’evento sportivo e conosce una donna che cambierà la sua vita. Lei, militante della sinistra argentina contro la dittatura militare, metterà in pericolo la vita del corrispondente italiano."Questo seminario è un’iniziativa molto importante che avvicina ancora di più al mondo della cinematografia una città come Mar del Plata, già storicamente aperta al cinema, e anche la sua numerosa e attiva comunità italiana residente", ha affermato Marcelo Carrara, coordinatore della Commissione Nuove Generazioni del Comites locale. "Da due anni ormai" ha aggiunto Carrara "stiamo lavorando con i documentari per far conoscere l'attività degli italiani nella nostra città e iniziare a salvaguardare il "tesoro della memoria" tramite immagini e racconti, assieme al realizzatore Miguel Monforte. Abbiamo realizzato progetti con i molisani, gli abruzzesi, i veneti ed gli emiliano romagnoli residenti nel nostro territorio, ed ora ci stiamo organizzando per estenderla anche ad altre realtà. Il nostro obiettivo" ha concluso il coordinatore, "è quello di portare queste iniziative anche in diverse città italiane e soprattutto nelle scuole italiane, con l’obiettivo di diffondere la storia ed il lavoro delle comunità italiane all'estero e costruire una rete globale che unisca tutti".